mercoledì 8 maggio 2013

Piccola storia dell'orto naïf di Pileikele. 3

Pronti per il trapianto!
Data l'altitudine e la breve stagione utile per l'orticoltura, quassù mi tocca comprare alcune piantine in vivaio, tipo i porri, il sedano e poca altra roba, ma tutto quello che possiamo lo propaghiamo con amore e dedizione: ora l'orto è brullo, ho seminato i miei scalogni, il mio aglio, i miei piselli, le fave autoctone, le tegoline che ho tenuto dall'anno scorso e ho portato qualche piantina di lamponi dal bosco.
Le giovani nuove piante di ribes nero sembra abbiano attecchito bene, come le talee di ribes rosso che ho prelevato l'anno scorso dalla potatura che mia suocera buttava via.
Oggi voglio seminare anche il crescione e la rucola: la semenza la conserviamo da quella che teneva la nonna di mio marito, che poi era la mia prozia.
Meglio che scappi, visto che c'è un raggio di sole!

Orto pronto per essere seminato


Piantine di lamponi appena trapiantate

Germogli di foglie di lampone

La nostra vigorosa pianta di ribes nero

Nuove piantine dal ribes nigrum...

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono graditi.