venerdì 31 maggio 2013

Il gioco del tempo - I Venerdì del Libro.

"Il gioco del tempo" di Alfredo Stoppa, illustrato da Chiara Carrer.


Nel parcheggio di un non-luogo che ingoia intere famiglie attirandole con musichette e messaggi lanciati da troppi altoparlanti, un uomo ritrova inaspettatamente sé stesso bambino, ma prima di capirlo chiacchiererà con lui per tutto il libro, mentre intorno a loro un mondo caotico e consumista gira vorticosamente.


Mentre lo leggevo, l'immagine dello scrittore -seduto con un ragazzino allampanato lì accanto- mi si è presentata in testa riempiendomi di affetto.

Libro delicatamente onirico, dolcemente struggente, breve ma d'impatto. Adorabile.

Per la cronaca, il nostro libro ha una dedica autografa che trovo dolcissima.

Questo post partecipa al Venerdì del Libro e alla Biblioteca di Filippo.

3 commenti:

  1. Mi piace: la recensione, il libro e l'ambientazione dello stesso :-D

    RispondiElimina
  2. mi attira inesorabilmente...

    RispondiElimina
  3. Molto interessante! E se più adulti ritrovassero il bambino di una volta... avremmo forse un mondo migliore, forse...

    RispondiElimina

I vostri commenti sono graditi.